Bando per le Comunità Educanti

Povertà educativa minorile. Scadenza: 30 aprile 2021

Il “Bando per le comunità educanti”, promosso da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, è rivolto al mondo del Terzo settore e si propone di identificare, riconoscere e valorizzare le comunità educanti, intese come comunità locali di attori (famiglie, scuola, singoli individui, reti sociali, soggetti pubblici e privati) che hanno, a diverso titolo, ruoli e responsabilità nell’educazione e nella cura di bambini e bambine, ragazzi e ragazze che vivono nel proprio territorio.

ENTE EROGATORE       Impresa Sociale “Con i Bambini”
OGGETTO       Il Bando ha l’obiettivo di favorire la costruzione e il potenziamento di “comunità educanti” efficaci e sostenibili nel tempo, che siano in grado di costituire l’infrastrutturazione educativa del territorio di riferimento e di offrire risposte organiche, integrate e multidimensionali ai bisogni educativi di bambini, bambine e adolescenti.
CHI PUÒ PARTECIPARE      

Le proposte devono essere presentate da partnership costituite da almeno tre soggetti che assumeranno un ruolo attivo nella co-progettazione e nella realizzazione della proposta. Il soggetto responsabile, alla data di pubblicazione del bando, deve possedere i seguenti requisiti:

  1. essere un ente cui si applicano le disposizioni contenute nel Codice del terzo settore (D.lgs. 117/2017);
  2. essere stato costituito da almeno due anni in forma di atto pubblico o di scrittura privata autenticata o registrata;
  3. non avere mai svolto attività in contrasto con le finalità del Fondo;
  4. aver presentato una sola proposta in risposta al presente bando. Nel caso di presentazione di più proposte da parte di uno stesso soggetto responsabile, queste verranno tutte considerate inammissibili;
  5. non essere presente in altre proposte in qualità di partner nel presente bando;
  6. avere la sede legale e/o operativa13nella regione di intervento.
RISORSE DISPONIBILI       Budget complessivo 20 milioni di euro.
MODALITÀ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE       Le proposte devono essere presentate esclusivamente on line, tramite la piattaforma Chàiros, entro il 30 aprile 2021.
DETTAGLI