CSV Cosenza

Giorno del Dono. Numeri e attività della seconda edizione

70 esami MOC e 10 elettrocardiogrammi, 20 sacche di sangue e 30 dichiarazioni di volontà. Sono solo alcuni numeri delle iniziative organizzate dalle associazioni di volontariato, su tutto il territorio della provincia di Cosenza, in occasione del Giorno del Dono, riunite dal CSV Cosenza nel cartellone unico “Io partecipo”.

11 le associazioni di volontariato che hanno aderito cercando di sensibilizzare i cittadini dei diversi territori alla tematica del dono. La giornata del 4 ottobre viene, infatti, celebrata ogni anno per valorizzare e rafforzare i valori del dono, della solidarietà e della sussidiarietà.

A Lattarico l’AVIS – Associazione Volontari Italiani Sangue ha effettuato 70 esami MOC - Mineralometria Ossea Computerizzata gratuiti per le donne in menopausa finalizzati a prevenire, diagnosticare e controllare l'evoluzione dell'osteoporosi.

Sempre l’AVIS, a Sibari, ha organizzato una raccolta sangue raccogliendo 20 sacche e avvicinando nuovi donatori.

L’associazione Gocce di mamma, a Cosenza, ha inaugurato il nuovo punto allattamento presso la farmacia Caruso e realizzato un flash mob per promuovere la donazione del latte materno.

Sempre nella città dei Bruzi l’associazione Franco Loise ha raccolto 30 dichiarazioni di volontà sulla donazione degli organi.

A Praia a Mare Teniamoci per mano ha realizzato un pranzo in cortile per le famiglie in stato di bisogno presso la parrocchia Santa Maria della Grotta. A servirlo i ragazzi con disabilità che frequentano l’associazione. L’iniziativa ha avuto un così grande successo che il parroco, don Franco Liporace, ha deciso di replicarla ogni primo martedì del mese.

A Tortora l’associazione Arianna ha coinvolto circa 100 studenti nella visione del film “Il dono” e animato piazza Don Ciccio con stand, giochi, laboratori creativi e simulazioni di pronto intervento.

10 ragazzi impegnati in attività sportive non agonistiche hanno potuto eseguire elettrocardiogrammi gratuiti grazie all’associazione Amicinfermieri di Belvedere, mentre a Cosenza l'Istituto Pezzullo, l'associazione Agape e la Casa Circondariale Sergio Cosmai hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per offrire ai detenuti l'opportunità di leggere, per tutto l’anno, i libri della biblioteca scolastica. Tante altre scuole hanno manifestato interesse per l’iniziativa.

L’ADOVOS, a Cosenza, ha incontrato i cittadini nello spazio antistante l’ex pronto soccorso dell’Ospedale Annunziata per promuovere l’importanza della donazione del sangue.

A Cosenza l’ASIT – Associazione Sud Italia Trapiantati ha organizzato un incontro con gli studenti del liceo Lucrezia della Valle sulla donazione degli organi, mentre l’AIPD – Associazione Italiana Persone Down ha realizzato un evento al teatro Morelli che ha visto l’esibizione di cinque scuole di danza e di ragazzi con Sindrome di Down, catturando l’attenzione di 400 spettatori. I fondi raccolti serviranno a sostenere i percorsi di autonomia attivi presso l’AIPD, sezione di Cosenza.